venerdì 14 settembre 2012

Che sapore ha la felicità?



Quello di un moelleux Clos Naudin 1989 Reserve del Domaine Foreau direi. Possibilmente bevuto un venerdì sera, in una serata tiepida di agosto nella Loira, in un ristoranre delizioso, mangiando del foie gras spettacolare e pensando che le cose belle capitano, per chi sa aspettarle, per chi ha la voglia e la forza di combattere per ottenerle. Siamo sempre davanti a quel carro armato, noi.

Colore favoloso, un giallo intenso, forte. Sapore strabiliante: pesca al naso, unita a miele e agrumi. Odori persistenti, che mantegono la stessa intensità per diverso tempo.

In bocca invece un tripudio di complessità: caramello, mango ed un'acidità perfettamente bilanciata con potenza ed eleganza. La cosa che  mi ha colpito immediatamente è stata l'incredibile giovinezza del vino. Sebbene fossimo davanti ad una bottiglia del 1989, sembrava di bere un vino imbottigliato tre mesi fa. Si poteva tranquillamente aspettare ancora molto tempo; è questa la bellezza del vouvray, la sua capacità di tenere gli anni come pochi altri bianchi al mondo.

Un grande vino, un grande ristorante, un grande momento, ecco la felicità.



1 commento:

Alice commossa ha detto...

awwwwww!