domenica 2 settembre 2012

The rising

[...] "Come on up for the rising
Come on up, lay your hands in mine
Come on up for the rising
Come on up for the rising tonigh." [...]

Sono pienamente consapevole di essere scomparso dalla circolazione. Probabilmente molti di voi avranno pensato ad una mia scelta di abbandonare definitvamente questo blog, questo contatto che ho con gli amanti del vino da ormai diverso tempo. Non è così, non sarà così.
La verità è un'altra: sono stati mesi davvero intensi per me, ho dovuto affrontare una serie di prove non proprio facili, un periodo che sembrava non finire mai. Ad ogni modo, ora che le cose si sono risolte (e nel modo migliore) posso finalmente tornare a dedicarvi e a dedicarmi un po' di tempo per discutere con voi di cibo e soprattutto di vino.

Ho così tante cose da raccontarvi, tanta felicità di cui vorrei farvi partecipe; Nel giro di poco tempo molte cose sono completamente cambiate: è come se la vita improvvisamente mi avesse restituito quello che sembrava avervi tolto e senza nemmeno chiedere permesso, semplicemente portandolo via, in una maniera che per tanti, tanti mesi a me è rimasta inspiegabile.

Vorrei e forse dovrei raccontarvi tutto da principio. Forse nelle prossime settimane, forse no. In attesa posso dirvi che ho ottenuto quello che volevo più di ogni altra cosa, quello per cui ho lottato in questi mesi, non senza fatica, non senza difficoltà, non senza momenti di grande ansia per il futuro.Tutto è andato bene però.

La vita ha ripresto il suo corso "normale", diciamo così. Il lavoro (tanto), lo stress (ma va bene così), il tempo libero un po' in questa meravigliosa città, un po' in giro per l'Europa e tante altre cose talmente belle da spaventarmi all'idea di poterle perdere. Mi godo il momento e ringrazio per tutta la fortuna ricevuta. Il sabato alla Patisserie des Reves per provare le ultime creazioni ed i suoi lieviti, semplicemente spettacolari, per confrontarli con quelli di Pierre Herme e capire quale dei due sia il migliore di Parigi (ancora non sono riuscito a capirlo). Le camminate da Rue du Bac fino a St. Germain. Le corse ai Jardin des Tuileries, verso le 8 di sera quando ancora non è buio e si può godere di questa meraviglia. E tante altre cose ancora di cui vi parlerò.


Patisserie des Reves

Non basterebbe una settimana per raccontarvi tutto quello che mi è capitato in questi 3 mesi. Proverò a farlo un po' alla volta però. Vi dirò di tutte le meravigliose bottiglie provate, della Loira (si, sono andato on-site), delle degustazioni fatte lì, dei ristoranti provati e di tutta la tempesta di emozioni che quotidianamente imperversa dentro di me.

Sono tornato, sperando di recuperare i 5 lettori che ogni giorni passavano di qui per capire se vi fosse qualcosa di nuovo da leggere. Saprò farmi perdonare, per il momento vi saluto.


[...] "It's a new dawn
It's a new day
It's a new life
It's a new life
For me And I'm feeling good." [...]

1 commento:

Alice ha detto...

che pazienza che ci vuole con le persone felici....
alla faccia dei balordi.